Categorie

Con.T.A.S.  - Consorzio per la tutela della IGP agnello di Sardegna

Ricerca

ADDETTO  impiegato amministrativo  (rif. AMV/A3)

 La ricerca è rivolta a candidati di entrambi i sessi (L.903/77).

Il candidato ideale è diplomato in ragioneria, ovvero laureato in economia e commercio, di età compresa tra i 25 e i 35 anni, dotato di predisposizione ai rapporti interpersonali, con buona capacità tecnica di gestione amministrativa e contabile  ed esperienza almeno biennale in analoga posizione in ambito amministrativo .

Sede di lavoro: Macomer (NU)

Si garantisce la massima riservatezza,  gli interessati  potranno inviare il CV alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,  citando il riferimento rif. AMV/A3,  autorizzando il trattamento dei dati personali (D.Lgs.196/2003).

Con.T.A.S.  - Consorzio per la tutela della IGP agnello di Sardegna

Ricerca

Direttore   (rif. DIR/A3)

La ricerca è rivolta a candidati di entrambi i sessi (L.903/77).

Il candidato ideale è laureato  in agraria e/o economia e commercio, di età compresa tra i 30 e i 45 anni, con un brillante curriculum scolastico, dotato di autonomia, iniziativa e forti capacità organizzative  che abbia maturato una significativa esperienza,  almeno quinquennale, nella direzione amministrativa e/o commerciale di aziende e/o associazioni di primaria importanza ovvero una significativa esperienza libero professionale preferibilmente nel settore agricolo regionale.  La buona conoscenza degli applicativi software  gestionali  e della lingua inglese  completano il profilo.
Inquadramento e retribuzione saranno adeguati alle competenze dimostrate

Sede di lavoro: Macomer (NU)

Si garantisce la massima riservatezza,  gli interessati  potranno inviare il CV alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,  citando il riferimento rif. DIR/A3,  autorizzando il trattamento dei dati personali (D.Lgs.196/2003),;. 

Leggi Tutto

Il trend si conferma positivo anche nel 2016. Gli agnelli sardi certificati con il marchio Igp hanno fatto un ulteriore balzo in avanti nell'ultimo anno, aumentando di 105 mila rispetto all'anno prima (+16%).  

Un dato in linea con gli ultimi anni: gli agnelli certificati sono passati dai 650mila del 2015 ai 755 mila del 2016. Una crescita continua è costante: nel 2011 erano 138.000; nel 2012: 346.000; 2013: 506.000; 2014: 570.000. 

Numeri importanti che consentono da una parte di tutelare il lavoro dei pastori e dall'altra i consumatori che possono scegliere consapevolmente grazie ad una etichetta trasparente che permettere di riconoscere un agnello sardo nato, allevato e macellato in Sardegna da pecore di razza sarda come da disciplinare di produzione del Consorzio di tutela dell'Agnello di Sardegna Igp da uno di origine sconosciuta.

I dati arrivano dagli organismi di controllo Agris (fino a novembre) e Ineq (da novembre a dicembre) che hanno reso noti i capi certificati che tutti potranno consultare nel sito istituzionale del Contas www.agnellodisardegnaigp.eu. 

"La crescita degli agnelli marchiati Igp di Sardegna è una notizia positiva e dobbiamo puntare alla certificazione del 100 per cento degli agnelli nati da pecore di razza sarda – commenta il presidente del Contas Battista Cualbu -. Sicuramente non siamo soddisfatti del prezzo con il quale viene pagato al pastore. Per questo come Consorzio siamo impegnati in una serie di azioni mirate a conoscere meglio il mercato. Avremo anche un agente vigilatore in pianta stabile. La recente assoluzione ci consente di sbloccare un poco di risorse e poterle destinare alla promozione. A breve parteciperemo, per la prima volta nella storia del Consorzio, ad una fiera. la Tuttofood di Milano dall'8 all'11 maggio". 

"Per questo riteniamo di fondamentale importanza lavorare in totale trasparenza – continua il presidente -. I dati sui capi certificati sono pubblici e si possono consultare nel sito del Consorzio. Chi non ha nulla da nascondere non ha paura di rendere pubblici i dati. Questa è la base per poter parlare e ascoltare tutti in modo chiaro e onesto, per fare squadra e poter programmare in modo sinergico con tutta la filiera: dal produttore al consumatore, passando dai macellatori e porzionatori".      

"I dati di Agris e Ineq – ricorda la direttrice del Contas dando una informazione di servizio ai soci del Consorzio – sono quelli ufficiali che determineranno l'erogazione del premio accoppiato. Per questo è fondamentale che i soci verifichino attraverso il sito del Consorzio (www.agnellodisardegna igp.eu) o quello di Ineq (www.ineq.it in "istruzioni e dati", sezione dedicata   alla IGP agnello di Sardegna "rapporti periodici e continuativi") eventuali errori di registrazione che potrebbero comportare l'erogazione di premi comunitari non corretti. In questo caso dovranno chiedere la correzione entro e non oltre il 15 marzo prossimo, in quanto entro il 17 marzo l'elenco deve essere inviato ad AGEA per la verifica dei dati. In ogni caso gli uffici del Contas sono a disposizione per tutti i chiarimenti".

Leggi Tutto
Tramite gli elenchi allegati gli allevatori possono verificare la correttezza dei dati  rispetto ai capi avviati alla macellazione 
come Idonei alla produzione di IGP.
In caso di anomalie possono rivolgersi al Consorzio e/o all'Organismo di controllo o in
alternativa al macellatore di riferimento per apportare le dovute correzioni.

E' possibile verificare gli elenchi anche tramite il sito internet INEQ www.ineq.it in
“istruzioni e dati”, sezione dedicata alla IGP agnello di Sardegna “rapporti periodici e
continuativi”.

Nel caso di eventuali errori di registrazione è possibile richiederne la correzione entro e non oltre il 15
marzo p.v. in quanto entro il 17 marzo l’elenco deve essere inviato ad AGEA per la verifica dei
dati. Al riguardo vi chiediamo di dare massima informazione, anche attraverso le Vs strutture
territoriali, agli associati comuni.

Il Consorzio resta a disposizione per ulteriori chiarimenti e informazioni agli indirizzi a piè di
pagina.

L’OdC INEQ, soltanto per i capi avviati alla macellazione tra l’8 novembre e il 31.12.
2016, è a disposizione al tel. 0432940349 nella persona di Raffaella Concil.

ELENCO INEQ (1)

ELENCO INEQ (2)

E' possibile consultare gli elenchi AGRIS a questo link: https://drive.google.com/file/d/0B_GE1m1tOuN9WjhIM0s4UU9CT0E/view?usp=sharing

Leggi Tutto

L'agnello sardo e il carciofo spinoso hanno conquistato i palati degli svizzeri. Dal 7 al 22 le due eccellenze che si fregiano dei marchi di qualità (Igp il primo e Dop il secondo) sono stati i protagonisti della quinta edizione della rassegna gastronomica "La Sardegna in Rassegna".

Un evento di successo che si è tenuto a Breganzona, nel ristorante l'Argentino grazie alla collaborazione tra il Consorzi di tutela del Carciofo spinoso di Sardegna Dop e quello dell'Agnello di Sardegna Igp (Contas).

Per 15 giorni, lo chef Pietro Sabbadin del ristorante l'Argentino, affiancato per l'occasione da Angela Murgia, official Chef del Consorzio di tutela del Carciofo spinoso di Sardegna Dop, hanno proposto una ricetta tipica sarda con i due prodotti certificati simbolo dell'agricoltura sarda.

"E' stato un grandissimo successo. Un ottimo risultato in termini di promozione oltralpe – sostiene il presidente del Contas Battista Cualbu -.  La rassegna è un'importante vetrina per i nostri prodotti e per il territorio e la cultura sarda, in una terra, la Svizzera, che guarda sempre con maggiore interesse la Sardegna. Si tratta di una ulteriore occasione di promozione che si inserisce all'interno del nostro programma".

"Come Consorzio riteniamo fondamentale lavorare in sinergia con le altre eccellenze agroalimentari nostrane - spiega il presidente -. Per questo stiamo consolidando quelle già avviate, come con il Consorzio del carciofo spinoso sardo, e stiamo lavorando per intesserne nuove".

"La migliore promozione dei nostri prodotti – conclude la direttrice del Consorzio del Contas Patrizia Pitzalis - la si fa in modo unitario e coordinato.  Presentiamo non un semplice prodotto ma un territorio, con una antica cultura agricola ed enogastronomica. In questo modo si risparmiano soldi e si è più efficaci nella comunicazione".

Il Consorzio del Carciofo spinoso sardo Dop, guidato dal presidente Tore Terzitta e diretto da Carlo Cherchi, conta su 35 soci: 25 produttori e 10 confezionatori.

Nell' annata scorsa la produzione totale di Carciofo Spinoso di Sardegna Dop, è stata di 1.504.456  capolini.

Il Contas, che recentemente ha trasferito la propria sede a Macomer, conta invece circa 4mila soci e certifica oltre 650 mila agnelli.

Leggi Tutto

Il Consorzio aveva partecipato e vinto un bando di Argea  sulla qualità merceologica, chimica, sensoriale e nutrizionale della carne di agnello sardo Igp. Progetto che era stato realizzato in collaborazione con l’agenzia Agris e la società di ricerca Olives nel triennio 2008 – 10 e per il quale gli era stata liquidata la somma di circa 160 mila euro.

La procura regionale presso la Corte dei Conti accusava il Consorzio di tutela, l’ex presidente e direttore Salvatore Bussu e Antonio Gallisai e i responsabili del progetto per Agris e Olives Mario Zacchino e Sebastiano Ligios di non aver realizzato il progetto in quanto lo avrebbero copiato dalla tesi di laurea di una ricercatrice e non di non aver giustificato tutte spese.

Alla fine ha vinto la linea portata avanti dalla difesa rappresentata dagli avvocati Andrea Puledda e Giovanni Gungui per il Contas, Bussu e Gallisai, Luigi Atzena e Renato Margelli per Ligios e Priamo Siotto per Zacchino, che hanno dimostrato che il progetto è stato realizzato rispettando tutti i crismi, ed i risultati erano genuini e reali cosi come accertato dalla Regione in fase di liquidazione delle spese. E questo pomeriggio la Corte dei conti ha emesso la sentenza dell’assoluzione.

“Finalmente ci liberiamo di un peso che stava condizionando anche la nostra attività – spiega il presidente del Consorzio Battista Cualbu che ha ereditato l’accusa -. Adesso finalmente possiamo dedicare tutti i fondi a disposizione per la promozione del nostro agnello”. 

Leggi Tutto

  

 

 

 

loghi 133